PERBELLINI TNV

VERONA, DOPPIO COLPO  <br/>NICO LOPEZ E SORENSEN

VERONA, DOPPIO COLPO
NICO LOPEZ E SORENSEN

Doppio colpo per il Verona. E' fatta per Nico Lopez. El conejo arriva in prestito oneroso (costerà 600 mila euro all'Hellas), e con un riscatto molto alto (18 milioni). Ma il Verona avrà un contr...

Corrà Sicurezza Telenuovo
VERSO L'ESORDIO
Pirlo e Llorente out     <br/>Saltano il Chievo

Pirlo e Llorente out
Saltano il Chievo

Qualche problema di formazione per Massimiliano Allegri in vista del debutto di sabato sera al Bentegodi alle 18 contro il Chievo. Andrea Pirlo e Fernando Llorente non saranno infatti a disposizione del tecnico livornese: il primo ha rimediato una contusione alla coscia destra nel corso del trofeo Tim di sabato scorso, il secondo invece è alle prese con l'influenza. Sicuri assenti lo squalificato Chiellini e Morata, ko sin dal primo giorno di allenamento con la Juventus. In ogni caso per Allegri non mancano le alternative.
SERIE A
Chievo-Juve, tutto     <br/>esaurito il Bentegodi

Chievo-Juve, tutto
esaurito il Bentegodi

Secondo quanto comunicato dal sito ufficiale del Chievo, sarà tutto esaurito il Bentegodi per il debutto di sabato sera contro la Juve alle 18.
NUOVO OBIETTIVO
Verona, idea Papu Gomez     <br/>per l'attacco

Verona, idea Papu Gomez
per l'attacco

Sogliano sta continuando la trattativa per arrivare a Nico Lopez dell'Udinese. L'accordo appare molto vicino. Intanto è spuntata un'altra ipotesi per le corsie esterne offensive: Alejandro Gomez, detto El Papu, che con il Catania ha mostrato tutto il suo valore negli anni scorsi. Adesso Gomez, classe 1988, gioca in Ucraina con il Metalist Kharkiv ma ha già espresso il desiderio di cambiare paese per evitare rischi legati alla guerra in atto da quelle parti. Sogliano ci sta pensando. L'eventuale arrivo di Gomez non pregiudicherebbe l'affare Nico Lopez. (L.F.)
MERCATO
CAMPANHARO È IN CITTÀ    <br/>MA MANCA LA FIRMA

CAMPANHARO È IN CITTÀ
MA MANCA LA FIRMA

Campanharo è arrivato a Verona. L'ex star del reality show di Mtv ai tempi della Fiorentina si è fatto fotografare davanti all'Arena ancora prima di essere presentato ufficialmente dalla società. Campanharo, che ha folgorato Sogliano, arriva dal Bragantino, dopo la deludente stagione nei viola che lo avevano rispedito in Brasile. Arriva a Verona con la speranza di rinverdire i fasti di Jorginho. Un paragone forse esagerato. Campanharo per ora è solo una scommessa.
ORA E' UFFICIALE      <br/>PRESO CAMPANHARO

ORA E' UFFICIALE
PRESO CAMPANHARO

Ora è ufficiale: Gustavo Campanharo è un giocatore dell'Hellas Verona. Nel pomeriggio, il centr...

LA PRESENTAZIONE
OBBADI: IMPRESSIONATO    <br/>DAL VERONA. RANIERI? TOP

OBBADI: IMPRESSIONATO
DAL VERONA. RANIERI? TOP

Arriva con cinquanta minuti di ritardo rispetto all'orario stabilito (ed è quasi record...). Ma poi bastano due sorrisi per instaurare un feeling quasi naturale. Di parlare l'italiano per ora non ci pensa nemmeno, ma il Verona si attrezza con Giulio, un bravissimo interprete, che pur non avendo il fascino della traduttrice di Firenze se la cava alla grande.La conferenza stampa di presentazione di Obbadi si tramuta in una specie di interrogatorio su Falcao, il suo grande amico del Monaco che potrebbe arrivare alla Juventus. I giornalisti della stampa nazionale virano l'attenzione, si cerca lo scoop di mercato, che non arriva. "Con Falcao mi sento" dice Obbadi "ma non so cosa farà. Lo vogliono in tanti".Deve essere un po' il suo kharma quello di "sparire" dalla scena. E' stato così per anni e la sua carriera testimonia un percorso meno ambizioso di quelle che sono le sue vere potenzialità. Almeno quelle che a Verona si sono iniziate a vedere in queste prime settimane. Obbadi rischia di essere la nuova sorpresa, alla pari di Romulo, uno di sostanza (tanta) che Mandorlini sta cominciando a esplorare e capire pian piano (proprio come successe con l'italo-brasiliano). Obbadi è un jolly del centrocampo, caratteristica che lui stesso conferma: "Posso giocare ovunque". E ha avuto, fino ad oggi un grande mentore: mister Ranieri che lo ha portato al Monaco: "A lui devo solo dire grazie. E' un grande tecnico, francamente non capisco perchè sia andato via dal Monaco".Gli è bastata una partita per capire dove è arrivato: "Mai vista una cosa del genere. In Francia non ci sono tante squadre che hanno un pubblico come questo di Verona. E' stato incredibile vedere tanta gente per una gara contro una squadra di C. E mi hanno detto che in campionato ce n'è almeno il doppio. Bello stimolante. Sono felice di quest'avventura. Ma il campionato italiano non mi spaventa. Sono pronto e sono convinto di poter fare bene".Ultima curiosità. Pur avendo scelto nel 2005 la nazionale marocchina invece di quella francese, non fa il ramadam. (g.vig.)
CAMPAGNA ABBONAMENTI
Abbonamenti, c'è tempo    <br/>fino al 3 Settembre

Abbonamenti, c'è tempo
fino al 3 Settembre

Ultimi giorni per sottoscrivere l'abbonamento del Verona. Fino al 3 settembre, direttamente da casa, nei circuiti nazionali abilitati, o presso il Box 1 dello stadio Bentegodi , sarà possibile acquistare la tessera del campionato 2014-15 "Dedicato alle persone che l'hanno fatto". Eventuali riaperture successive verranno comunicate nei prossimi giorni dal sito ufficiale dell'Hellas.ABBONAMENTI 2014-15 - ORARI BOX 1Mercoledì 27 agosto: 14-18:30Venerdì 29 agosto: 14-18:30Lunedì 1 settembre: 10:30-18:30 (orario continuato)Mercoledì 3 settembre: 14-18:30
MERCATO
DONATI, ULTIMA SEDUTA     <br/>POI VA A BARI

DONATI, ULTIMA SEDUTA
POI VA A BARI

Donati è praticamente un giocatore del Bari. Il centrocampista è arrivato a Peschiera dove sosterrà l'ultimo allenamento. "Credo sia tutto a posto, Bari mi piace, vado volentieri" ha spiegato Massimo prima di entrare negli spogliatoi. (g.vig.)
Ice Bucket, Mandorlini     <br/>nomina Toni e lo staff

Ice Bucket, Mandorlini
nomina Toni e lo staff

"Doccia gelata" anche per Andrea Mandorlini che si è sottoposto all'Ice Bucket Challenge a sost...

MERCATO
Chievo, grande attesa    <br/>per il si di Cofie

Chievo, grande attesa
per il si di Cofie

E' atteso in queste ore il "si" di Isaac Cofie pronto a rivestire dopo due anni la maglia del Chievo. Fortemente voluto da Corini che lo ha lanciato in serie A, ha passato una stagione altalenante con Gasperini partendo spesso dalla panchina. Già mercoledì potrebbe aggregarsi alla squadra.
NAZIONALE
E CONTE POTREBBE     <br/>RIAPRIRE A TONI

E CONTE POTREBBE
RIAPRIRE A TONI

Luca Toni e la nazionale. Un discorso che ora potrebbe riaprirsi. C'è anche il nome del bomber del Verona sul taccuino di Conte, dopo che Prandelli, nonostante i 20 gol della scorsa stagione non ha portato Toni ai mondiali. Ma Conte vuole prendere una linea ben precisa. Convocare i più in forma. Per questo Luca Toni viene monitorato dal Ct, come riporta la Gazzetta dello Sport stamattina.
L'INTERVISTA A RADIO BELLLA E MONELLA
CORVINO: SOGLIANO TOP    <br/>E CAMPANHARO...

CORVINO: SOGLIANO TOP
E CAMPANHARO...

Pantaleo Corvino, ex direttore sportivo di Lecce e Fiorentina, è intervenuto ai microfoni di Radio Bellla & Monella, official radio Gialloblù. Ecco le sue principali dichiarazioni:Corvino, lei ha portato in Italia dal Brasile calciatori come Romulo e Campanharo. Il primo ha fatto le fortune dell'Hellas nella scorsa stagione, l'altro sembra prossimo a vestire la maglia gialloblù e se ne parla un gran bene.A me va il merito di essere andato così lontano per scovare questi due talenti, ma è stato bravo anche Sogliano a credere in questi calciatori. Entrambi giocavano in Brasile, e in particolare Romulo ha avuto la fortuna di trovare un mentore come Sean, che lo ha fatto esprimere al meglio a Verona dopo l’esperienza non esaltante di Firenze. Poi lo ha venduto alla Juventus con una buona plusvalenza.E su Campanharo cosa ci dice?Esattamente come Romulo, che ho preso dal Cruzeiro, proviene dal Sud del Brasile, dallo stato del Rio Grande e ha militato in particolare nella Juventude. È un giovane di grandi potenzialità. Come tutti i giovani ha bisogno di potersi esprimere per trasformare quelle potenzialità in qualità vere e proprie. Era il mio ultimo anno da direttore sportivo della Fiorentina, lo presi con la formula del prestito con diritto di riscatto. Pur avendo vinto, a livello di Primavera, la Supercoppa Italiana contro la Roma, non venne riscattato, nonostante il costo fosse di circa 350 mila euro. Sogliano ha intravisto in lui qualcosa, perciò merito a lui che pare lo abbia ormai preso.Da quanto le risulta possiamo dare per imminente il suo approdo in Gialloblù?Questo non so dirlo, so solo che è nell'orbita del Verona. Anzi, pensavo avessero già chiuso. Se l'affare dovesse concretizzarsi, il Verona avrà un centrocampista molto duttile: nel suo club giocava trequartista ma può fare anche il mediano.Cosa l'aveva colpita di lui tanto da decidere di portarlo a Firenze?Senza dubbio l'abilità di palleggio e le qualità tecniche del ragazzo. All'epoca stava ancora crescendo fisicamente e quindi si doveva lavorare molto sulla sua formazione fisica, ma dopo un anno si cominciavano a vedere i primi frutti. Era un ragazzo esile, ma la sua massa muscolare stava già crescendo allora.Ha citato più volte Sogliano. Un direttore sportivo giovane ed emergente. Come lo vede lei, decano dei diesse italiani?Ero molto amico di suo padre Riccardo, quindi l'ho visto crescere, giocare a calcio e poi intraprendere la carriera di diesse. Essendo partito dalla C col Varese, proseguendo in Serie B e in club di media classifica di Serie A come Palermo e Verona, ha dimostrato di avere grandi qualità. Sta confermando, come direttore, di essere un giovane straordinario. Ha portato il Verona in A, poi ha ottenuto una salvezza tranquilla facendo un grande campionato. Non solo, ha anche scoperto talenti sconosciuti, ha dimostrato, insomma, di meritare palcoscenici di livello.A proposito della prossima stagione, dopo innesti importanti come Marquez e Lazaros, dove può arrivare questo Verona?Così come io sono partito dalla B con il Lecce, per poi salire in A e ottenere molte salvezze consecutive, lo stesso auguro a Sean. È nell'interesse del Verona ma anche suo fare bene; in questo modo entrambi potranno fare il salto di qualità definitivo. La cosa più difficile è consolidarsi, e mi auguro che il Verona possa farcela.Corvino, lei ha rifiutato tanti club di Serie A tra cui la Sampdoria. Quando la rivedremo nel suo ruolo naturale?Quando parti come me, addirittura dalla Terza Categoria, per poi vincere tutti i campionati dall'Eccellenza alla Serie B, disputi 4 volte la Champions League sfiorando i quarti, giocando 34 partite in Europa con solo sei sconfitte e arrivando ad un passo dalla finale di Europa League, per meritocrazia vorresti lottare per l'unica cosa per cui ancora non hai lottato: lo Scudetto. Mi auguro di poter tornare in pista in una squadra che punti al Tricolore. Per il momento solo il tempo dirà se sto facendo la scelta giusta".
VERSO L'ESORDIO
Hellas, da giovedì   <br/>porte chiuse

Hellas, da giovedì
porte chiuse

L'Hellas sosterrà tutte sedute pomeridiane a Peschiera, ad eccezione della rifinitura che sarà sabato mattina alle 10:30. A partire da giovedì porte chiuse in vista del debutto di domenica alle 18 sul campo dell'Atalanta.Mercoledì 27 agosto: seduta pomeridiana (ore 17)Giovedì 28 agosto: seduta pomeridiana (ore 17) a porte chiuseVenerdì 29 agosto: seduta pomeridiana (ore 17) a porte chiuseSabato 30 agosto: seduta mattutina (ore 10.30) a porte chiuseDomenica 31 agosto: Atalanta-Hellas Verona (ore 18)
MERCATO
Chievo quasi completo    <br/>Ecco Botta e Schelotto

Chievo quasi completo
Ecco Botta e Schelotto

Altri due acquisti per il Chievo che ingaggia in prestito dall'Inter Schelotto e Botta. I due argentini, il primo esterno del 1989, l'altro trequartista del 1990, si dovrebbero aggregare alla squadra già nelle prossime ore. L'acquisto di Schelotto in particolare lascia intendere che Corini potrebbe spesso optare per il 4-3-3 al posto del 4-3-1-2. Botta invece dovrebbe essere il sostituto naturale di Birsa. Con questi ultimi due acquisti e in attesa del si definitivo del Genoa per Cofie, il Chievo è di fatto al completo.
MERCATO VERONA
Obiettivo Benussi   <br/>come vice Rafael

Obiettivo Benussi
come vice Rafael

Accordo vicino tra Verona e Udinese per il traferimento in gialloblù del portiere Francesco Benussi, classe 1981. Salvo colpi di scena, sarà lui il secondo di Rafael. Benussi sarà acquistato dall'Hellas a titolo definitivo.
NUOVO EPISODIO
Lite Puggioni-Guana    <br/>Rischiano la cessione

Lite Puggioni-Guana
Rischiano la cessione

Ancora una lite tra Cristian Puggioni e Roberto Guana. Dopo la testata che il centrocampista (si dice provocato) rifilò al portiere lo scorso luglio nel ritiro di San Zeno di Montagna rimediando sette mesi fuori rosa, anche durante la trasferta di Coppa Italia a Pescara i due sono tornati a muso duro. E' successo tutto nel corso dell'intervallo: qualche parola è volata e Puggioni e Guana si sono pericolosamente avvicinati tanto che alcuni componenti della panchina sono intervenuti per separarli. Non si sono mai amati ed evidentemente sono emerse vecchie ruggini mai del tutto chiarite: la società a questo punto ha perso la pazienza. Dopo aver sentito le due versioni sta meditando la cessione di entrambi. Puggioni era già in uscita, Guana invece aveva rinnovato il contratto per un altro anno.
COPPA ITALIA CON LA CREMONESE
UN OTTIMO VERONA   <br/>PASSA IL TURNO (3-0)

UN OTTIMO VERONA
PASSA IL TURNO (3-0)

Il Verona batte la Cremonese 3-0 e passa il terzo turno di Coppa Italia. Ora toccherà al Perugia.Gran primo tempo dell'Hellas che però non riesce a trovare la rete, nonostante un vero e proprio assedio.I gol sono tutti nel secondo tempo. Apre le danze il solito Luca Tono che segna addirittura da terra. Il raddoppio di Moras con un colpo di testa da angolo. Il terzo gol di Lazaros è da applausi. LA CRONACA2' Martic al cross, tuffo di Toni, alto15' splendida discesa di Gomez, palla dentro, in ritardo Toni e Jankovic16' Ancora Gomez vicinisssimo al gol con un gran colpo di testa.22' Jankovic si libera da 25 metri e fa partire una cannonata che Battaiola devia miracolsamente in angolo.23': ancora Jankovic vicinissimo al gol. Esce malamente Battaiola che consegna il pallone sui piedi del giocatore veronese. Jankovic spara altissimo.26' combinazione Gomez Toni. L'attaccante è servito di tacco dall'argentino, si gira ma il tiro rasoterra è parato da Battaiola.29' altro tiro di Jankovic fuori30' dall'angolo ci prova Martic di sinistro. Di poco alto35' gran cross di Agostini per Toni. Torsione sul primo palo del bomber, fuori di pochissimo.38': punizione di Hallfredsson, ancora Toni, la Cremonese si salva per un soffio ancora in angolo.39' dagli sviluppi dell'angolo, Gomez manda fuori di un niente. Verona che non riesce a trovare il gol nonostante un continuo assalto.41' Juanito se ne va sulla fascia, Jadid lo stende da dietro. Ammonito il cremonese.SECONDO TEMPO3' GOOOOOOOOOL. Palla che danza in area di rigore, Lazaros manda verso Toni che da terra segna l'1-0 per il Verona. 1-0 Hellas.14' GOOOOOOOOOL. Dall'angolo provocato da Marquez, Moras colpisce perfettamente e manda in gol alla destra di Battaiola. 2-0 Verona. Standing ovation per il centrale difensivo.21' GOOOOOOOOOOOOOL. Jankovic difende un gran pallone sulla sinistra, scarica a Lazaros che dai 20 metri battezza l'angolino alla sinistra di Battaiola. 3-0 per l'Hellas.25' Mandorlini cambia uomini e schema. Entrano Valoti e Nenè escono Jankovic e Gomez tra gli applausi. Il Verona si mette adesso col 4-3-1-2. Nella Cremonese escono Mascolo e Tripsa al posto di Brighenti e Lombardo.27' Arriva il dato degli spettatori: 11.209 paganti per un incasso di 83.614 euro.32' entra Ionita per Toni e il Verona si rimette in campo col 4-3-3. Valoti alto a sinistra, Lazaros esterno destro e Nenè centrale.35' azione viziata da un fallo in area veronese. La Cremonese va al tiro con Tripsa che prende la base del palo dopo la deviazione di Rafael36' Show di Hirilov che scherza Marquez. Grandissima parata di Rafael.FORMAZIONIVERONA: Rafael; Martic, Marquez, Moras, Agostini; Lazaros, Obbadi, Hallfredsson; Gomez (dal 25' st Nenè), Toni (dal 32'st Ionita); Jankovic (dal 25'st Valoti). A disposizione: Salvetti, Gollini, Rodriguez, Luna, Zampano, Marques, Gonzalez, Fares, Cappelluzzo. all. MandorliniCREMONESE: Battaiola; Marongiu, Gamberetti, Bassoli, Favalli; Marchi A., Lombardo (dal 25'st Tripsa), Jadid; Brighenti (dal 25'st Mascolo), Marchi M., Hirilov. A disposzione: Venturi, Palomeque, Zieleniecki, Tripsa, Ionascu, Nardi, Mascolo, Di Francesco, Manaj. All. Montorfano.Arbitro Tommasi di BassanoAssistenti: Tasso e Iori.
BUTEI CIN CIN
Butei Cin Cin in   <br/>trasferta a Bergamo

Butei Cin Cin in
trasferta a Bergamo

Il Calcio Club Butei Cin Cin organizza la trasferta di Bergamo in programma domenica 31 agosto alle 18 allo stadio Atleti Azzurri d'Italia. Ritrovo ore 13:30 presso il Pub Dubliners. Costo 20 euro compreso panini e birre. Per informazioni contattare il 348-4743504 (Bresi).
COPPA ITALIA
VERONA, C'E' RABUSIC     <br/>SE SI PASSA IL TURNO

VERONA, C'E' RABUSIC
SE SI PASSA IL TURNO

Il Verona affronterà il Perugia di Rabusic, in caso di passaggio del turno di Coppa Italia, stasera contro la Cremonese. La squadra umbra, trascinata proprio dall'attaccante ceco ha infatti battuto 2-1 lo Spezia. Spezia in vantaggio per primo con Ebagua al 25 del primo tempo. La rete del pareggio è stata realizzata da Rabusic a quattro minuti dal termine dell'incontro: stoccata vincente sugli sviluppi di un angolo. Poi ai supplementari è stato Pellegrini al 3' della primo overtime a realizzare il 2-1.IL TABELLINOPERUGIA (3-5-2): Provedel; Goldaniga, Giacomazzi, Comotto; Del Prete, Fazzi, Taddei, Verre, Crescenzi; Falcinelli, Rabusic. A disp: Koprivec, Flores, Lo Porto, Rossi, Filipe, Fossati, Parigini. All.: Camplone. SPEZIA (4-4-2): Chichizola; De Col, Datkovic, Ceccarelli, Migliore; Schiattarella, Sammarco, Juande, Culina, Catellani, Ebagua. A disp: Bazzucchi, Nocchi, Acampora, Ceccaroni, Ardemagni, Ciurria, Cisotti, Milos, Valentini, Bastoni, Bakic. All.: Bjelica.Arbitro: Russo di Nola (La Rocca - Fiorito; Maresca).Marcatori: 25' Ebagua, 86' Rabusic. Tempi supplementari:3' Parigini.Spettatori 5 mila circa.TUTTI I RISULTATISassuolo-Cittadella 4-1Pescara-Chievo 1-0Atalanta-Pisa 1-0Varese-Entella 1-0Palermo-Modena 0-3Perugia-Spezia 2-1 dtsCagliari-Catania 2-0StaseraLanciano-GenoaBrescia-LatinaVerona-CremoneseLazio-BassanoCesena-CasertanaEmpoli-L'AquilaSampdoria-ComoUdinese-Ternana
TRASFERTA A BERGAMO
Tutti a Bergamo     <br/>con la Curva Sud

Tutti a Bergamo
con la Curva Sud

La Curva Sud organizza la trasferta di Bergamo in programma domenica 31 agosto allo stadio Atleti Azzurri D'Italia alle 18 in pullman. Per informazioni contattare il 3339207052.
TORNEO
Tezenis a Viadana  <br/>con Virtus e R. Emilia

Tezenis a Viadana
con Virtus e R. Emilia

La Tezenis parteciperà sabato 20 e domenica 21 settembre ad un quadrangolare a Viadana con due squadre di serie A, Grissin Bon Reggio Emilia e Granarolo Bologna, e con la Dinamica Mantova neopromossa in Lega Gold. La Scaligera Basket sarà in campo sabato alle 19:30 con la Virtus Granarolo Bologna. Alle 17 la gara inaugurale del torneo, fra Reggio Emilia e Mantova. Domenica alle 17 la finale per il terzo e quarto posto, alle 19:30 la finalissima. La due giorni di Viadana sarà il secondo appuntamento di una settimana che vedrà fra venerdì 12 e sabato 13 settembre un torneo con Acea Roma, Umana Reyer Venezia, Consultinvest Pesaro e Sidigas Avellino. Le due manifestazioni, denominate "Tornei del 50esimo", coincidono col mezzo secolo di vita del Basket Viadana, società nata nel 1964. I tornei sono in programma a Viadana, al palasport «G. Farina» di via Vanoni.
RITIRO
Tezenis a Campiglio,   <br/>c'è anche Monroe

Tezenis a Campiglio,
c'è anche Monroe

Conclusa la prima settimana di lavoro a Verona, oggi la Tezenis parte per il ritiro di Madonna di Campiglio. La squadra di Ramagli alloggerà all'Alpen Suite Hotel e si allenerà al palasport di Carisolo.Con il gruppo gialloblù c'è anche Darryl Monroe, che ieri pomeriggio ha sostenuto il primo allenamento. La Tezenis proseguirà la preparazione in Val Rendena fino al 30 agosto.
MERCATO
LOPEZ ED EVANGELISTA    <br/>IN ARRIVO DOPPIO COLPO

LOPEZ ED EVANGELISTA
IN ARRIVO DOPPIO COLPO

Uno non esclude l'altro. Anche perchè il primo, Nico Lopez, può giocare a destra, mentre il secondo, Lucas Evangelista, gioca a sinistra.Il primo è ritenuto l'ideale da Sogliano per dare qualità e gol al Verona.El conejo è in attesa di esplosione, il Verona crede molto sulle sue qualità. Nei trenta metri finali è un giocatore che vede la porta ed è abile nell'uno contro uno.Evangelista ricorda Marquinho, ha passo, gamba, tiro e doti tecniche. Sono loro i rinforzi che Sogliano vuole a tutti i costi portare in gialloblù prima della fine del mercato.
IL NUOVO BRASILIANO
CAMPANHARO: VERONA    <br/>STO ARRIVANDO

CAMPANHARO: VERONA
STO ARRIVANDO

Gustavo Campanharo sta arrivando al Verona. L'affare low cost è praticamente concluso. Il brasiliano ha letteralmente stregato Sogliano che lo ha visto con la maglia del Bragantino contro il Sao Paolo. Campanharo ricorda Jorginho, personalità, corsa e giocate. Conisderato il basso costo dell'operazione Sogliano ha compiuto il blitz.Campanharo, che aveva già giocato in Italia con la maglia della Fiorentina è un acquisto fatto in prospettiva. Naturalmente andrà inserito gradualmente negli schemi di Mandorlini. Un'ottima alternativa a Tachtsidis.Sul suo profilo Facebook il giocatore ha scritto: "Ringrazio il Bragantino per i grandi momenti vissuti e per avermi permesso di fare quello che mi piace. Oltre a crescere professionalmente, ho guadagnato delle amicizie importanti con atleti e dirigenza. Mi sto trasferendo all'Hellas Verona in Italia, ma auguro a tutti i migliori successi".
MERCATO
VERONA A CACCIA     <br/>DI UN PORTIERE

VERONA A CACCIA
DI UN PORTIERE

Ammissione di Mandorlini: "Stiamo cercando un portiere dopo la partenza di Nicolas". Troppo giovane, probabilmente Gollini, il Verona ha intenzione di trovare un secondo portiere più esperto. Si parla da tempo di Belec, dell'Inter, ma per ora non s'è fatto nulla. Belec è un '90 ed è sloveno. L'anno scorso ha giocato nll'Olanhense, la squadra portoghese allenata da Nanu Galderisi.
STASERA CONTRO CREMONESE
ESORDIO IN COPPA ITALIA    <br/>OBBADI PLAY CENTRALE

ESORDIO IN COPPA ITALIA
OBBADI PLAY CENTRALE

Nello scacchiere di Mandorlini il titolare sarebbe Tachtsidis nel ruolo che fu di Jorginho (play basso centrale davanti alla difesa). In precampionato quella posizione è stata occupata sempre anche da Donati. Per l'esordio in Coppa Italia con la Cremonese Donati e Taxi sono squalificati. "Giocherà Obbadi in quel ruolo" ha anticipato Mandorlini. "Se ci fosse stato Tachtsidis, sarebbe toccato a lui". Mandorlini si è tenuto un dubbio fino all'ultimo: Rafa Marquez. "Sono indeciso... Ancora per un'ora", aveva spiegato con il sorriso ieri in conferenza stampa. "Anche Marques sta bene. Ha giocato un ottimo precampionato. Vedremo". I dubbi maggiori sono proprio in difesa con Moras, Marquez e Marques in corsa per i due posti disponibili in mezzo. L'impressione è che il capitano del Messico farà il suo esordio dall'inizio. Verona-Cremonese inizierà alle 20:30.23 i convocati: Portieri: 1 Rafael, 95 Gollini, 69 Salvetti.Difensori: 33 Agostini, 25 Marques, 71 Martic, 4 R. Marquez, 18 Moras, 40 Gonzalez, 17 Zampano, 2 Rodriguez, 16 Luna.Centrocampisti: 10 Hallfredsson, 8 Obbadi, 27 Valoti, 23 Ionita.Attaccanti: 9 Toni, 11 Jankovic, 93 Fares, 21 Gomez Taleb, 20 Lazaros, 99 Nenè, 96 Cappelluzzo.Probabile formazione (4-3-3): Rafael, Martic, Moras (Marques), Marquez, Agostini, Lazaros, Obbadi, Hallfredsson, Gomez, Toni, Jankovic. (L.F.)
COPPA ITALIA CON LA CREMONESE
MANDORLINI: VOGLIO     <br/>UN BENTEGODI STRAPIENO

MANDORLINI: VOGLIO
UN BENTEGODI STRAPIENO

"La cosa che vorrei di più in questo momento è un Bentegodi strapieno, cosí da far capire subito ai nuovi che giocheranno che squadra è il Verona e in che stadio sono venuti a giocare". Mandorlini è già carico. Il Verona sta per debuttare con la Cremonese in Coppa Italia, la prima di una lunga serie di sfide che attendono i gialloblù in una stagione delicatissima, dopo i 54 punti dell'ultimo anno e il titolo di rivelazione del campionato. Tanta acqua sotto i ponti è passata da allora, la squadra è stata cambiata, ma sempre all'insegna della continuità. "Ci tengo alla Coppa Italia, ci teniamo tutti. Non mi piace mai andare in campo a perdere. In coppa abbiamo vissuto serate indimenticabili, quando eravamo noi gli sfavoriti. Per la prima volta giochiamo in casa, è una bella sensazione. Ma attenzione: ora saranno gli altri a voler fare il colpaccio con noi". Scelte obbligate. Tachtisidis e Donati non ci saranno perchè squalificati, Obbadi quindi va in cabina di regia, Marquez potrebbe giocare dall'inizio. Mandorlini si affiderà a Gomez, Jankovic e Toni, tutti e tre grandi protagonisti del precampionato.
LEGADUE GOLD
Tezenis, è arrivato   <br/>anche Darryl Monroe

Tezenis, è arrivato
anche Darryl Monroe

Prima giornata veronese per Darryl Monroe, il giocatore americano sbarcato dagli Stati Uniti per completare il roster a disposizione di coach Ramagli per il prossimo campionato di A2 Gold.28 anni, ala-centro, alto 202 cm. secondo le statistiche spagnole (ma forse è un paio di centimetri più basso), Monroe questa mattina si è sottoposto alle visite mediche di rito al Centro di medicina dello sport dell’ospedale di San Bonifacio diretto dal dottor Enrico Vittone, dove è stato accolto dalla dottoressa Posenato.Nel pomeriggio il primo allenamento con la Tezenis che poi domani partirà per il ritiro a Madonna di Campiglio.Darryl Monroe nell’ultima stagione ha giocato nella Liga ACB, il massimo campionato spagnolo, con La Bruixa d'Or Manresa , tenendo 13,5 punti di media: è stato il nono miglior realizzatore del campionato il tredicesimo assoluto nella classifica dei rimbalzi. In precedenza ha giocato in Francia conquistando la promozione nella Pro A con il Boulazac Dordogne, nella stagione successiva con la stessa squadra ha tenuto 14,7 punti e 9 rimbalzi di media nel massimo campionato transalpino.“Ha scelto Verona non solo per il progetto della società, ma anche per l’offerta della città e il livello delle scuole che frequenteranno i due figli”.
COPPA ITALIA
Chievo fuori dalla Coppa   <br/>Passa il Pescara (1-0)

Chievo fuori dalla Coppa
Passa il Pescara (1-0)

E' finita 1-0 tra Pescara e Chievo in Coppa Italia. Il gol di Maniero nel finale del primo tempo regala la qualificazione al turno successivo agli abruzzesi. La squadra di Serie B se la dovrà vedere col Sassuolo, che ha travolto 4-1 il Cittadella.Pescara-Chievo 1-0: 38' Maniero.
VERSO VERONA-CREMONESE
SIMONI: GOMEZ    <br/>È IL MIO CAPOLAVORO

SIMONI: GOMEZ
È IL MIO CAPOLAVORO

Luigi "Gigi" Simoni, Presidente dell'US Cremonese e storico allenatore, è intervenuto ai microfoni di "Questo è il Verona" su Radio Bellla & Monella, official radio Gialloblù. Ecco le sue principali dichiarazioni:Simoni, come la chiamo, presidente o mister? Ho fatto un po' tutti i ruoli, dal direttore tecnico all'allenatore, passando ovviamente per calciatore. Ma essere chiamato "mister" è la cosa che mi piace di più. Ora però è il presidente della Cremonese... Non è stata una mia scelta, ma del presidente "vero", Arvedi. Mi ha riempito di soddisfazione e orgoglio. Non è il mio ruolo, io sono in realtà un un presidente-tecnico, ma mi diverto.Dopo la vittoria contro il Trapani, ecco il Verona, prossimo avversario in Coppa Italia. Simoni sarà allo stadio? Sicuramente. Da quando sono qui seguo tutte le partite. Cosa che in realtà facevo anche quando non ero presidente. E a Verona riabbraccerà Juanito Gomez, il suo attaccante al Gubbio... Il nostro "gioiellino", un ragazzo meraviglioso, molto affettuoso. Una volta è anche venuto a trovarmi e mi ha portato la maglia dell’Hellas Verona. Spero che domenica faccia bene, ma non troppo. Se non segna sarà meglio per noi. Come è stato allenarlo a Gubbio? Molto bello. A Verona non riusciva a trovare spazio, lo chiamavano "il giocatore del giovedì" perché riusciva a dare il massimo in allenamento e non durante le partite. Non mi capacitavo di come potesse non giocare, Juanito è un calciatore di grandissimo valore, con qualità tecniche importanti. Noi lo abbiamo aiutato a crescere. Sono contento che ora sia riuscito a dimostrare il suo valore assoluto al Verona. Tornando alla partita di domenica contro l'Hellas, quali sono le aspettative di Simoni sulla sua Cremonese?Sarà una partita quasi impossibile per noi. Il Verona è una squadra di Serie A ed è molto forte. Ha fatto un campionato inaspettato, di grande valore. Faremo la nostra partita, siamo già contentissimi di aver superato i primi due turni e di avere eliminato un club di Serie B come il Trapani. Simoni, dal suo Ronaldo interista al nostro Luca Toni Gialloblù...Luca Toni è un fenomeno. Tra noi c'è una simpatia particolare, siamo emiliani, della stessa "piazza", e ci siamo incrociati in molte occasioni. Quando è esploso, Toni ha meravigliato tutti. E ancora di più quando l'anno scorso ha fatto venti gol in campionato. Luca ha dimostrato di avere tutte le caratteristiche del campione, un giocatore dall'animo incredibile che merita tutto il successo possibile. Ogni volta che segna sono molto contento per lui.Che stagione si aspetta dal Verona? Prevedo sorprese estremamente positive. Hanno acquistato dei top player, hanno fatto scelte di buon senso. Ho una grande fiducia, nel lavoro di questa società e dell'allenatore...Mandorlini, appunto. Un allenatore vincente, di grande carattere. Mi piace molto, col tempo ho avuto modo di apprezzarlo sempre di più. Sta facendo una carriera importante, speriamo continui così. La passione che dimostra è incredibile. Nelle ultime stagioni ci siamo anche incontrati, in Verona-Gubbio, ma ormai non potevo reggere più il confronto con lui...
LEGADUE GOLD
Tezenis, da lunedì     <br/>campagna abbonamenti

Tezenis, da lunedì
campagna abbonamenti

La Tezenis non dimentica il Palaolimpia carico dell'onda gialla dei tifosi durante la semifinale dei playoff contro Capo d'Orlando.Da lì si ricomincia per un legame squadra-città sempre più forte, rinnovando l'hastag "#iotifoscaligera".E' all'insegna dell'entusiasmo e della fidelizzazione con i tifosi la campagna abbonamenti 2014/2015 della Scaligera Basket.PRIMA FASE. La prima settimana, da lunedì 25 a sabato 30 agosto, sarà riservata esclusivamente ai vecchi abbonati che potranno rinnovare la propria tessera semplicemente con un bonifico bancario, per poi inviarne una copia a biglietteria@scaligerabasket.it insieme all'indirizzo a cui l'abbonamento verrà spedito. Un modo per venire incontro alle esigenze dei nostri tifosi, con una procedura comoda ed immediata. Nella prima fase quella del bonifico sarà l'unica opzione per potersi abbonare. Il prezzo sarà lo stesso della stagione scorsa. Unicredit Iban IT05 Z 02008 1172 3000 5000 90446. Causale: abbonamento 2014-2015 n°___ SECONDA FASE. La fase di prelazione con i prezzi congelati continuerà anche nella seconda settimana, quella dall'1 al 6 settembre, in parallelo con la vendita dei posti liberi (in base al nuovo listino 2014-15). Gli abbonamenti saranno in vendita nella sede della Scaligera Basket di via Cristofoli 48, a Verona, aperta dal lunedì al venerdì  dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19, sabato dalle 10 alle 12. Il prezzo degli abbonamenti per Tribuna Numerata e Gradinata, rispettivamente 150 e 115 euro, resterà lo stesso per chi rinnoverà la tessera entro il 6 settembre. Invariato per tutta la durata della campagna abbonamenti i prezzo della Curva, rimasto di 90 euro. Non ci saranno differenze rispetto alla passata stagione neanche per il Parterre, sessanta posti a bordocampo particolarmente apprezzati nel corso della stagione, il cui prezzo è rimasto bloccato a 300 euro. TERZA FASE. La vendita libera proseguirà in sede da lunedì 8 settembre alle 12 di venerdì 10 ottobre, prima del debutto casalingo contro Barcellona. Ritoccati leggermente, ma non la fascia-Ridotti, solo i settori di Tribuna Numerata e Gradinata, proporzionati rispetto ai prezzi dei singoli biglietti nei playoff della passata stagione. L'abbonamento di Tribuna Numerata costerà 170 euro, quello di Gradinata 125 euro. LE NOVITA'. La Scaligera Basket ha introdotto quest'anno la novità dell'abbonamento-famiglia per favorire un pubblico da sempre costituito da tifosi, amici ma anche da numerosi interi nuclei familiari. L'abbonamento, riservato ai due genitori e ad un figlio d'età inferiore ai 16 anni, assicura uno sconto ulteriore del 10%. Per i prezzi si va dai 720 euro del Parterre ai 400 euro dalla Tribuna Numerata, dai 315 euro della Gradinata ai 210 euro della Curva. I possessori dell'abbonamento-famiglia, nominale e non cedibile, avranno un accesso riservato con controllo del documento di identità all'ingresso del PalaOlimpia. Per poter sottoscrivere l'abbonamento sarà necessario presentare in sede la fotocopia di un documento-stato di famiglia.
PRIMAVERA HELLAS
Pavanel: Lo spirito è      <br/>ancora quello giusto

Pavanel: Lo spirito è
ancora quello giusto

Massimo Pavanel è pronto a ripartire. L'entusiasmo è sempre lo stesso così come la voglia di imprimere la propria mentalità e il proprio credo ai suoi ragazzi. Il Verona Primavera è cambiato molto, ha perso giocatori importanti e ne sono arrivati altri su cui lavorare: "Siamo un cantiere aperto ma lavoriamo duramente giorno per giorno per poiter migliorare e arrivare pronti all'esordio. In assoluto è il Girone più complicato: squadre che magari lo scorso anno lavoravano sotto età saranno protagoniste, penso al Pescara, al Cittadella e allo stesso Lanciano. Abbiamo il giusto entusiasmo e mi piace lo spirito: quello sarà fondamentale e lo scorso anno tante volte ci ha consentito di vincere partite sulla carta già segnate. Il nostro obiettivo resta valorizzare il più possibile questi ragazzi come abbiamo fatto per esempio con Donsah, Zaccagni, Alba e Gatto. Vedere che squadre professionistiche cercano i nostri giovani è la nostra vittoria più bella". (A.B.)
ICE BUCKET CHALLENGE
Agnelli accetta la sfida    <br/>e nomina Tavecchio

Agnelli accetta la sfida
e nomina Tavecchio

Non si è fatta attendere. Il presidente della Juventus Agnelli ha risposto nel pomeriggio alla sfida dell'ice bucket challenge che gli aveva lanciato stamattina il presidente del Verona Maurizio Setti. In giacca e cravatta Agnelli ha annunciato il suo contributo alla lotta alla Sla, nominando a sua volta altri tre vip, tra cui il nuovo presidente della Figc Tavecchio. A tirare la secchiata d'acqua il d.g. della Juventus Marotta.
DOMENICA AL VIA LA STAGIONE UFFICIALE
L'HELLAS, LA COPPA    <br/>E QUEL SOGNO...

L'HELLAS, LA COPPA
E QUEL SOGNO...

Sempre accarezzata, sfiorata, mai vinta. Nonostante partite epiche, nonostante tre finali.La prima volta fu una sonora mazzata. Il 29 giugno 1976 si giocò a Roma la finale contro il Napoli. E' il Verona di Ferruccio Valcareggi, di Mascetti, Zigoni, Guidolin. Finisce 4-0 per i napoletani, dopo che il primo tempo era finito 0-0. La debacle matura dal 76' in poi, quando l'Hellas crolla e il Napoli dilagaVa male anche nel 1982-83. La fantastica squadra di Osvaldo Bagnoli sembra ad un passo dall'impresa dopo aver vinto la finale d'andata 2-0 contro la Juventus al Bentegodi.Ma al ritorno il Verona capitola ai tempi supplementari, dopo che Platini all'81', quindi a soli 9 minuti dalla fine aveva segnato il gol del 2-0 che permise ai bianconeri di andare all'overtime. E' sempre le roi che segna al minuto 119.Ci riprova ancora la truppa di Bagnoli nella stagione successiva. Stavolta contro la Roma. Il Verona pareggia 1-1 all'andata al Bentegodi. Segna prima Cerezo e poi Storgato tiene vive le speranze dell'Hellas. Poi il 26 giugno perde 1-0 a Roma. La rete che chiude le speranze dei gialloblù viene realizzata da un "romano" che gioca nel Verona: Mauro Ferroni.L'epopea dell'era di Bagnoli viene rivissuta da Mandorlini. Che non raggiunge la finale, ma regala grande serate di calcio ai veronesi. La gara contro il Parma, la trasferta a Roma contro la Lazio, la sfida a San Siro con l'Inter erano i primi segnali di un Verona che stava tornando nel calcio che conta.Ora domenica parte una nuova competizione. E il sogno dichiarato di Setti è proprio vincere una Coppa Italia con il Verona. Si va a ricominciare. A volte i sogni impossibili si realizzano.
ICE BUCKET CHALLENGE CONTRO LA SLA
E Setti nomina Agnelli      <br/>Lotito e Galliani...

E Setti nomina Agnelli
Lotito e Galliani...

Moda del momento tra i Vip: tirarsi una secchiata d'acqua gelata in testa per sensibilizzare contro la Sla (la malattia che ha ucciso Stefano Borgonovo). Prima del "rito" però si devono nominare tre persone che a loro volta dovranno sottoporsi alla "tortura". Anche il presidente del Verona Maurizio Setti ha partecipato. Ieri è comparso il video sul sito del Verona. Con sottile "perfidia" e molta ironia Setti ha nominato Agnelli, Galliani e Lotito. Ora i tre, rivali in Lega e nelle recenti elezioni per il presidente federale, dovranno farsi tirare una secchiata d'acqua in testa. "Maledicendo" probabilmente Setti...
POSTICIPO
Primavera Pescara-Hellas     <br/>Si gioca il 31 agosto

Primavera Pescara-Hellas
Si gioca il 31 agosto

Come riporta il sito ufficiale del Verona, il debutto della Primavera dell'Hellas a Pescara sarà posticipato a domenica 31 agosto con fischio d'inizio alle 11 esattamente come accadde nella passata stagione: quella partita venne clamorosamente vinta dagli abruzzesi per 2-1 dopo un dominio territoriale gialloblù durato tutta la gara.
NUMERI CHIEVO
Il 10 a Maxi Lopez    <br/>Birsa omaggia Jordan

Il 10 a Maxi Lopez
Birsa omaggia Jordan

Sono stati assegnati i numeri di maglia del Chievo per l'ormai imminente esordio della squadra di Corini in Coppa Italia. Bardi eredita il 25 da Agazzi ricordando Piermario Morosini: Gamberini e Dainelli mantengono gli storici 5 e 3 mentre Sardo si riprende il 20 dopo un'annata col 17. Il 34 di Biraghi è legato al numero che indossava nel 2010 quando debuttò con l'Inter in Champions. A centrocampo Birsa omaggia Michael Jordan col 23, in attacco il 10 va a Maxi Lopez mentre Meggiorini riprende il 69.PORTIERI:1 – Christian Puggioni25 – Francesco Bardi32 – Grega Sorcan90 – Andrea SeculinDIFENSORI:3 – Dario Dainelli5 – Alessandro Gamberini12 – Bostjan Cesar20 – Gennaro Sardo21 – Nicolas Sebastien Frey26 – Fraga Edimar33 – Paul Papp34 – Cristiano Biraghi87 – Ervin ZukanovicCENTROCAMPISTI:6 – Tomasz Kupisz8 – Ivan Radovanovic9 – Simone Bentivoglio11 – Roberto Guana13 – Mariano Izco14 – Alessandro Sbaffo23 – Valter Birsa56 – Perparim Hetemaj63 – Nicola Bellomo77 – Alessio Sestu84 – Thomas ManganiATTACCANTI:7 – Dejan Lazarevic10 – Maximiliano Gastòn Lopez31 – Sergio Pellissier43 – Alberto Paloschi69 – Riccardo Meggiorini
NUMERI DI MAGLIA
Marquez storico 4    <br/>Toni conferma il 9

Marquez storico 4
Toni conferma il 9

L'Hellas ha assegnato i numeri di maglia per la nuova stagione: nessuna particolare sorpresa visto che Marquez ha scelto lo storico 4, Toni ha confermato il 9, invariati anche il 10 ad Hallfredsson e il 21 a Juanito. Tachtstidis si è ripreso il 77 che aveva indossato nell'indimenticabile stagione in serie B di tre anni fa. Ecco l'elenco:1. Rafael De Andrade2. Guillermo Rodriguez4. Rafael Marquez5. Massimo Donati8. Mounir Obbadi9. Luca Toni10. Emil Hallfredsson11. Bosko Jankovic16. Antonio Luna17. Francesco Zampano18. Evangelos Moras20. Lazaros Christodoulopoulos21. Juanito Gomez Taleb23. Artur Ionita25. Rafael Marques26. Jacopo Sala27. Mattia Valoti32. Lorenzo Ferrari33. Alessandro Agostini40. Alejandro Gonzalez71. Ivan Martic77. Panagiotis Tachtsidis93. Mohamed Fares95. Pierluigi Gollini96. Pierluigi Cappelluzzo99. Anderson Miguel Da Silva "Nenê"
RITIRO
Tezenis a 5 stelle   <br/>a Madonna di Campiglio

Tezenis a 5 stelle
a Madonna di Campiglio

Location d'eccezione per il ritiro precampionato della Tezenis, dal 24 al 30 agosto a Madonna di Campiglio dopo i primi cinque giorni di lavoro a Verona. La squadra di Ramagli alloggerà all'Alpen Suite Hotel, albergo a 5 stelle a cinquecento metri da piazza Righi, il cuore di Madonna di Campiglio. La Tezenis si allenerà al Palasport della vicina Carisolo, in val Rendena che si conferma terra ospitale per la Verona dei canestri.

Sondaggio

Qual è il centrocampo migliore?

Tutti i sondaggi

Sondaggio

Chi sarà la sorpresa del Verona?

Tutti i sondaggi

Telenuovo Verona
tasto 11 - oggi in tv

  • Informazione

    Studionews
  • Amici animali

    documentario
  • TgVeneto

  • Studonews

    rubrica
  • Cartoni Animati

  • TgVerona

    all'interno il TgGialloblu
  • L'orso di peluche

    poliziesco (Italia/Francia 1994) di Jacques Deray con Franco Interlenghi e Alain Delon
  • Film di seconda serata

  • Informazione

    TgVerona, TgGialloblu
  • Film della notte

Alè Verona
ON AIR
20.08.2014
Vighini Show
ON AIR
01.10.2012
La Gran Torcolada
ON AIR
29.03.2014

PERLINI TELENUOVO

TELENUOVO

auditeL GIUGNO 2014 telenuovo

TELENUOVO TGGIALLOBLU

I video più visti della Settimana

I video più votati della Settimana

i nuovissimi di TgVerona.it

Studionews Rete Nord Pubblicità

TERRA E NATURA
26.08.2014

TERRA E NATURA

TERRA E NATURA
25.08.2014

TERRA E NATURA

TERRA E NATURA
23.08.2014

TERRA E NATURA

TERRA E NATURA
23.08.2014

TERRA E NATURA

TERRA E NATURA
22.08.2014

TERRA E NATURA

Promo palinsesto