L'IDENTIKIT

Aarons, una freccia
di cristallo per Pecchia

03/02/2018 09:27

Rolando Aarons è uno degli ultimi rinforzi dell’ Hellas arrivato nelle ultime ore di questa finestra invernale di calciomercato. Un esterno offensivo ideale per il Verona in questa fase finale di stagione che dovrà dare quella marcia in più che spesso è mancata ai gialloblù fino a questo momento.


Aarons nasce a Kingston, capitale della Giamaica, il 16 novembre 1995 e all’età di 5 anni lascia la sua città natale per trasferirsi a Bristol, in Inghilterra, per raggiungere la madre e proprio da qui inizierà la sua carriera calcistica. Nel 2009 il Bristol City gli propone di proseguire l’attività calcistica nel suo settore giovanile dove rimarrà fino al 2012.


Quello stesso anno si trasferì a Newcastle, nel nord est dell’Inghilterra, dove l’8 febbraio 2013 fece il suo esordio nella squadra riserve del Newcastle United contro lo Stoke City e nello stesso anno partecipò con i magpies al Torneo di Viareggio, dedicato alle squadre giovanili italiane e estere.


Nel 2014 la rivista spagnola Don Balòn lo inserì fra i 100 migliori giocatori nati dopo il ’93, dove comparirono nomi noti anche al nostro campionato come quelli degli italiani Scuffet e Berardi e di due giocatori che oggi sono tra i giovani più promettenti a livello europeo come Dybala e Pogba. Il 2014 è stato forse l’anno migliore per il giovane giamaicano, che oltre a questo riconoscimento ottenne il suo primo contratto da professionista con il Newcastle e l’esordio con la nazionale inglese under 20.


Dal 2015 inizia una fase nera sia a livello personale che di collettivo. Una serie di infortuni prima alla coscia e poi al metatarso lo costringono a rimanere fuori per quasi una stagione intera mentre nel frattempo il Newcastle guidato da Rafa Benitez e dal suo vice Fabio Pecchia retrocedeva in Championship.


Nella stagione 2016/17, Rafa Benitez decise di non impiegarlo troppo nelle prime uscite ma al momento di tornare un’altro infortunio lo colpì. Lacerazione del tendine d’achille e stagione praticamente finita con 5 presenze e 0 goal.


Dopo la fine della stagione Rafa Benitez e Fabio Pecchia si ridanno appuntamento al St. James Park per una classica amichevole estiva e per scambiarsi i complimenti per le rispettive promozioni delle loro squadre. Gli inglesi vincono. Aarons gioca uno spezzone di partita e di lui già se ne parla ma per la prima parte di stagione il Newcastle non se ne vuole ancora privare e il giocatore collezionerà 9 presenze e 2 goal.


Tre giorni fa l’arrivo a Verona con la formula del prestito secco e il ricongiungimento con mister Pecchia.

RICCARDO CATURANO


 
  • Pagine:
  • 1
  • 2
  • Di Fiera Stirpe

    il 04/02/2018 alle 12:51 “Beata Ignoranza”
    "un'altro infortunio" con l'apostrofo???? ma la laurea come l'avete presa??? e vi credete giornalisti....
     
  • Stefano

    il 03/02/2018 alle 22:34 “Maurizio Ottimista”
    Ma la speranza che uno semisconosciuto diventi un'ira di dio col Verona c'è sempre. Nel contesto di smobilitazione però questo discorso passa in secondo piano. Torregrossa faseelo schifo?? Era nostro...ora tutto di Cellino. Ora mi rivolgo ad entrambi i Maurizi: ciamarve uno Mauri e l'altro Maurizio? Se pol far?
     
  • Maurizio

    il 03/02/2018 alle 21:47 “Una Voce Fuori Dal Coro”
    Maurizio, sono maurizio. Ma non sono "quel maurizio"! Sono un maurizio serio .... non un maurizio me@da!
     
  • Maurizio

    il 03/02/2018 alle 21:07 “Come Maurizio..”
    Setti?
     
  • Maurizio

    il 03/02/2018 alle 20:18 “Una Voce Fuori Dal Coro”
    io, contrariamente a voi, questa volta ho fiducia. Con i vari Messi de qua e Messi de la, finora non ne abbiamo azzeccata una. Per cui, vedrete che prima o poi, una l'azzecchiamo. Dai ... che questa è la volta buona!
     
  • Stefano

    il 03/02/2018 alle 18:43
    Per concludere la metafora: cosa succede ad una freccia di cristallo quando impatta contro il bersaglio?? Hihihihi. Non mi diverte nemmeno più fare ironia sui nostri tesserati semisconosciuti...troppo facile sparare sulla Croce Rossa.
     
  • Moreno

    il 03/02/2018 alle 16:55 “Fa Conto”
    freccia di cristallo
     
  • Giovanni

    il 03/02/2018 alle 16:41 “Altro Giornalaio Asservito ”
    Ottima notizia giornalaio aziendalista dei 3 ATTILA ! - Avanti ora con il TUO FENOMENTO !! PORTACI IN EUROPA CON catapecchia ATTILA ...
     
  • Leo

    il 03/02/2018 alle 15:15 “E Vissero Tutti Felici E Contenti!”
    "La freccia di Cristallo", bellissima fiaba di Riccardo Caturano. Complimenti
     
  • Tex67

    il 03/02/2018 alle 15:00 “Venghino, Signori, Venghino!”
    Dopo aver ammirato il "Messi georgiano", al secolo Chanturia, dopo aver ammirato il "potenziale crack" Bruno Zuculini proveniente niente po' po' di meno dal Manchester, dopo aver ammirato il futuro campione asiatico Lee, proveniente dalla cantera del Barcellona, dopo esserci deliziati con la promessa Ceca Michael Rabusic e dopo essere rimasti incantati dall'astro nascente Carioca Claudio Winck, questa stupenda proprieta' ci regala ora la possibilita' irripetibile di lustrarci gli occhi con le gesta di uno tra i migliori 100, tra i nati dopo il 93, della lista 2014 di Don Balon. Che ha fatto il predestinato dal 2014 ad ora? Praticamente, una mazza. Ma venghino, signori, venghino!
     
INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA