ROMAGNOLI VINCONO AL TIE-BREAK

Calzedonia prende Trento
anche se perde a Ravenna

04/02/2018 20:42

Dopo una partita lunga quasi tre ore la Calzedonia esce sconfitta da Ravenna, perdendo al tie-break (29-27, 13-25, 29-27, 22-25, 15-9). Con questo punticino, comunque, gli uomini di Grbic agganciano Trento al quarto posto in classifica a quota 36 punti (i trentini hanno perso 3-0 con la capolista Perugia). Non bastono per la Calzedonia i punti di Jaeschke (23) e Stern (16).

CRONACA. La prima frazione è una girandola di emozioni, con Verona con un break di quattro punti scatta sul 7-12, ma i padroni di casa rispondono con gli ace di Poglajen, Orduna e Marechal, andando in corsia di sorpasso: 18-17. Si prosegue punto a punto fino all’errore di Buchegger, che vale il 23-24, la Bunge annulla quattro set point e alla prima occasione passa in vantaggio con Buchegger: 29-27.

Il secondo parziale è un dominio gialloblù, con la Calzedonia che allunga subito sul 2-6 con Stern e soprattutto realizza un break di 8-0 sul turno in battuta di Spirito e vola sul 7-18. Acquisito tale vantaggio, per la formazione di Grbic è fin troppo facile pareggiare il conto dei set alla seconda occasione con Stern: 13-25.

Il terzo periodo è lottato quanto il primo, con i veneti che riescono a bloccare un tentativo iniziale di fuga dei padroni di casa (da 7-2 a 7-7), ma perdono Manavi per infortunio sull’8-8 (entra Maar). Jaeschke mette a terra la palla del 12-14, Buchegger quella del 18-17, poi si viaggia sul filo dell’equilibrio fino ai vantaggi. Il video-check per due volte è decisivo per annullare un set point per parte, infine alla terza occasione la Bunge torna in vantaggio grazie all’errore di Pajenk: 29-27.

La quarta frazione è da montagne russe e dal 6-1 di Diamantini si passa al 13-14 causato da un attacco in rete di Marechal. Tre servizi vincenti di Pajenk fanno scappare Verona (14-19), che riesce a capitalizzare un po’ a fatica il vantaggio accumulato, pareggiando il conto al quinto set ball con Jaeschke: 22-25.

Nel tie break Bunge scappa sull’11-2 grazie a un parziale di 7-0 che porta la firma di Poglajen, Buchegger e Marechal (ace per il francese). Al quinto match point, Maar spedisce in rete la battuta, facendo così esultare il Pala De André (15-9).


 
Nessun commento per questo articolo.
INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA